Il ciclo di vita del laterizio

La ricerca ANDIL - Dipartimento di Tecnologie dell'Architettura e Design "Pier Luigi Spadolini" dell'Università di Firenze, sul tema della Analisi e Valutazione Ambientale nel Ciclo di Vita dei laterizi si colloca nel quadro dell'impegno di Andil per la promozione di una cultura industriale volta alla tutela e al rispetto dell'ambiente, nella consapevolezza delle qualità ambientali del prodotto laterizio, della importanza di dichiararle in modo credibile e comparabile con altri prodotti, ma anche nella consapevolezza che gli stessi produttori possono ricavare, dall'analisi e dalla valutazione nel ciclo di vita, elementi per migliorare il loro prodotto sotto il profilo ambientale.

Nell'ambito della ricerca, lo studio LCA del laterizio si è strutturato attraverso sei passaggi che hanno condotto alle valutazioni LCA su soluzioni alcune tecniche in laterizio:

  • indagine LCA di ognuno dei materiali (laterizi, cementi, calci, inerti, isolanti, guaine, additivi, pitture, ecc.) che sono presenti nella realizzazione di soluzioni tecniche in laterizio correntemente utilizzate e conformi alla buona pratica e alle normative vigenti (parete in muratura, manto di copertura a falda, pavimento, solaio, ecc.);
  • analisi delle tecniche di costruzione e di messa in opera elementari (murare, intonacare, impermeabilizzare ecc.) e indagine LCA dei processi relativi;
  • verifica delle soluzioni tecniche di cui in 1, in rapporto a requisiti di salubrità, igiene e efficienza energetica, in relazione alle condizioni di impiego in determinate tipologie edilizie;
  • analisi per le soluzioni tecniche selezionate degli impatti attribuibili ai consumi energetici connessi all'uso dell'edificio, e attribuibili alla soluzione tecnica esaminata con riferimento alle sue prestazioni energetiche, nonché alle eventuali operazioni di manutenzione, per un periodo di tempo definito come "tempo di vita utile" dell'edificio e delle sue parti;
  • analisi per le soluzioni tecniche selezionate delle tecniche di dismissione, demolizione, trattamento di fine vita e indagine LCA dei processi relativi;
  • valutazione LCA delle soluzioni tecniche analizzate.

La ricerca si è mossa, dunque, da dati ANDIL relativi alle fasi di produzione per elaborare, sulla base di riferimenti contenuti in guide per le dichiarazioni ambientali per i laterizi, le LCA in fase di produzione, definendo gli appropriati confini del sistema oggetto di analisi, le unità funzionali oggetto di studio, gli indicatori di impatto. La complessità dello studio ha richiesto una fase di esame delle esperienze simili condotte in Italia e all'estero, dei dati e degli strumenti a disposizione per la loro elaborazione e un'analisi critica dei metodi di valutazione per la caratterizzazione degli indicatori di impatto, al fine di definire la strategia migliore per una LCA dei prodotti e delle costruzioni in laterizio.

Parallelamente è stato condotto un esame della bibliografia e un rilevamento diretto in cantiere dei dati sensibili, per la definizione di quello che nella metodologia LCA è denominato l'inventario (input di materie prime e materiali complementari, tecniche di messa in opera, durabilità, prestazioni termiche, comportamento in uso, tecniche di dismissione, trattamento di fine vita) delle principali soluzioni tecniche del costruire in laterizio. Questi dati, insieme a quelli sulla produzione sono serviti a costituire il database dello studio LCA laterizio nelle fasi di produzione e post-produzione.

Argomenti

LATERLIFE

L'applicazione gratuita per la verifica della performance ambientale delle soluzioni costruttive in laterizio, secondo l'approccio LCA